domenica 23 luglio 2017

Su La Testa!: VACCINI E AUTISMO: PROVE SCIENTIFICHE

Su La Testa!: VACCINI E AUTISMO: PROVE SCIENTIFICHE: di Gianni Lannes Non sono uno scienziato alla Burioni o Ricciardi o Villani, non sono il ministro Lorenzin, non faccio propag...

MANIFESTAZIONE CONTRO DECRETO LORENZIN SUI VACCINI DAVANTI AI CANCELLI D...

sabato 22 luglio 2017

Una panoramica del giorno. Giorgio Vitali

IL G8 DI GENOVA: UNA FERITA ANCORA APERTA di Enrico Montermini


Sedici anni fa, in questi stessi giorni, per le vie di Genova c’era la guerra. Da una parte c’erano i grandi della Terra che si erano riuniti per discutere l’agenda del Nuovo Ordine Mondiale. Dall’altra parte c’era la variegata galassia del mondo No global, che aveva raccolto sotto le sue bandiere colorate un milione di manifestanti giunti da tutto il mondo. Le barriere di filo spinato difese dai soldati separavano due mondi incomunicabili.


Tra impegno politico e cultura new age si respirava l'aria del Sessantotto. C’era la consapevolezza che un cambiamento epocale stava maturando. Ciò che i sessantottini non erano riusciti a fare l’avremmo realizzato noi, i ragazzi della generazione successiva, in modo pacifico. Io a quell’epoca credevo davvero che un mondo diverso fosse possibile. Credevo che fosse doveroso limitare il profitto delle multinazionali per edificare una società equa e solidale. Tra le opposte istanze della dignità umana e dell’avidità umana, sapevo perfettamente da che parte schierarmi. Beata l'ignoranza della gioventù!


Purtroppo avevamo tutti sottovalutato quei vecchi incattiviti e scaltri che siedono sulle poltrone delle banche, sui banchi di Montecitorio e Palazzo Madama. La loro fu la reazione della paura, dettata dal pericolo di perdere antichi privilegi, influenza e ricchezza. Una classe dirigente corrotta e priva di credibilità stava per essere delegittimata dalla contestazione di un milione di persone: poteva essere il fuoco che avrebbe appiccato un incendio, che poteva estendersi a tutta l’Italia e forse anche al resto d’Europa.
Per domare l'incendio urgevano pompieri e così i vecchi incattiviti e scaltri si affidarono agli uomini selezionatissimi che erano a capo dell’esercito, della polizia e dei servizi segreti – criminali della peggior specie – e gli diedero carta bianca. Questi soggetti erano parte di un network più ampio che comprende la CIA, il MOSSAD, l’Intelligence Service e la comunità dei Servizi francesi. Fu così che la faccenda perse il carattere di problema interno italiano per trasformarsi in una emergenza per l’intero sistema di potere mondiale, che fa capo ai Rothschild e ai loro soci della Goldman Sachs.


La mano nera del Nuovo Ordine Mondiale trasformò il confronto politico in guerriglia urbana per mezzo dei black block, che erano creature dei servizi segreti. Manipolò i mezzi di informazione per criminalizzare la contestazione e così delegittimarla di fronte all’opinione pubblica. Terrorizzò gli elementi politicamente più attivi del mondo antagonista utilizzando metodi degni della polizia cilena.
In quei giorni furono sospesi i diritti umani. "Possiamo spogliarvi di tutto, persino dei più elementari diritti, e non aspettiamo altro che un pretesto per agire! " - questo fu il messaggio che entrò nelle case degli italiani attraverso la televisione e internet. Di questa "buona novella" gioivano il ministro guardiasigilli Castelli e il vice-premier Fini in gita premio al lager di Bolzaneto.
Il 7 aprile 2015 la Corte europea dei diritti dell'uomo ha dichiarato all'unanimità che è stato violato l'articolo 3 sul "divieto di tortura e di trattamenti inumani o degradanti" durante l'irruzione della scuola Diaz. Il 6 aprile 2017, di fronte alla stessa Corte, l'Italia ha raggiunto una risoluzione amichevole con sei dei sessantacinque ricorrenti per gli atti di tortura subiti presso la caserma di Bolzaneto, ammettendo la propria responsabilità.


L’amara conclusione di questa vicenda è che fummo tutti manipolati e traditi da Bertinotti, Casarini e Agnoletto, che dei nostri buoni sentimenti si sono serviti per sostenere le proprie ambizioni politiche. Questi squallidi personaggi vivono oggi del vitalizio in quanto ex parlamentari: è bene ricordarlo.
Malgrado la maggiore responsabilità di quei fatti ricada su Silvio Berlusconi, all'epoca presidente del Consiglio, e Claudio Scajola, ministro degli Interni, sono convinto che la Destra e la Sinistra furono egualmente collusi nei crimini del G-8 di Genova, come due facce della stessa medaglia.

Il Partito Democratico, che era allora il maggior partito di opposizione, non mosse un dito. Il responsabile dell'ordine pubblico era un uomo suo: Gianni De Gennaro, messo a capo della Polizia da Romano Prodi. I servizi segreti avrebbero dovuto rispondere al COPASIR, che era - e sarebbe rimasto per molti anni - il feudo privato di Massimo D'Alema: il PD aveva però convenienza a mantenere rapporti amicali con questo mondo. Fu così che i responsabili di quella macelleria messicana rimasero ai loro posti e fecero carriera in seguito.


Dal 19 al 22 luglio 2001 la democrazia fu sospesa e l'opposizione, rimanendo in silenzio, fece una precisa scelta di campo. Quindici anni dopo quella scelta machiavellica, la Sinistra - che gode del 20% dei consensi - governa l'Italia col tacito assenso di un parlamento eletto per mezzo di una legge elettorale incostituzionale. I suoi partner di governo sono oggi le banche, la N’drangheta e la Massoneria, mentre Berlusconi guida una finta opposizione. I conti ora tornano?
Io non posso riconoscermi in questa Sinistra e infatti me ne sono andato da un pezzo sbattendo la porta.


Spero di aver dato di che riflettere ai tanti che gridano istericamente al fascismo, al razzismo e al sessismo senza avere coscienza degli sporchi interessi che stanno difendendo con un entusiasmo degno di miglior causa.


Enrico Montermini 21/07/17

giovedì 20 luglio 2017

Swedish open letter to the Italian Parliament about the unconstitutional...

La guerra tra mondialismo e identità deflagra in Vaticano ( Lo scandalo ad orologeria contro Ratzinger)

La guerra tra mondialismo e identità deflagra in Vaticano ( Lo scandalo ad orologeria contro Ratzinger)

IL RAZZISMO INTELLETTUALE di Enrico Montermini


Un tale mi accusa di "razzismo intellettuale". Strano, perchè gli articoli che scrivo di solito nascono dal dialogo con le persone. Soprattutto con coloro che la pensano diversamente da me.
La diversità è preziosa, perché ci sprona a vedere il mondo in modo diverso da come ce lo raffiguriamo e a confrontarci con questa nuova rappresentazione.
A volte il confronto con l’altro può portarci a modificare le nostre opinioni; e in questo non c’è nulla di male: solo il fesso non cambia mai idea. Altre volte, invece, il confronto ci offre la conferma delle nostre precedenti opinioni: non necessariamente si deve parlare di pregiudizio, in questo caso.
Il razzismo nasce dall’incapacità di rapportarsi con il diverso. Si esprime nel rifiuto dell’altro e nella chiusura in noi stessi. Il razzismo genera violenza fisica e verbale, perché è il prodotto della paura.


Mi si accusa di “razzismo intellettuale” perché nell'articolo "Quando i migranti eravamo noi" ho avuto l'ardire di affermare che i nostri connazionali prima di partire dovevano avere i documenti in ordine, la fedina penale pulita, un contratto di lavoro in mano, una residenza; e in più dovevano sostenere rigorosi controlli sanitari.
Se quanto ho scritto è falso, lo si dica apertamente. L'accusa di essere bugiardo, però, non mi è stata mossa da alcuno. Al contrario decine di persone sono intervenute nel dibattito confermando la veridicità di ciò che ho scritto.
Se le mie parole hanno offeso la sensibilità di qualcuno, la colpa non è del “razzismo intellettuale” ma della realtà dei fatti.


Chi mi accusa di razzismo sappia che da due anni sto aiutando di tasca mia John, un ragazzo nigeriano di 18 anni. Tra coloro che difendono l’immigrazione senza regole in nome di un astratto umanitarismo, si faccia avanti chi ha fatto di più!


Quindi di cosa parliamo? Di razzismo? No, qui si parla della libertà di pensiero.
Il mondo borghese radical chic invoca la censura contro coloro che non sono disposti ad accettare i suoi valori di parte. Contro coloro che denunciano gli interessi personali, che si nascondono dietro la retorica dell’accoglienza. Contro coloro che hanno ancora l’audacia di dire ciò che pensano.
Una volta si usava l’espressione “onestà intellettuale”, ma oggi non va più di moda: nell’era del pensiero unico “razzismo intellettuale” suona meglio!


Se siete spiriti liberi guardatevi da coloro che rifiutano l’ascolto e il dialogo, qualificando gli altri come fascisti, razzisti, sessisti… Questi censori sono i veri razzisti: degni eredi della tradizione autoritaria cattocomunista.
Non lasciatevi condizionare dalle etichette di questi meschini soggetti!
Abbiate il coraggio di esprimere le vostre opinioni, soprattutto quando sono scomode!
Se un uomo non ha il coraggio di difendere le sue opinioni o le sue opinioni non valgono nulla o non vale nulla lui.


Io seguiterò a camminare con la schiena diritta e il vento tra i capelli sotto la volta infinita del cielo stellato, da dove provengo e dove un giorno, forse, ritornerò.


Enrico Montermini 19/07/17
IL PESO INSOSTENIBILE DEL SAPERE di Enrico Montermini


Sei mesi fa ero seduto su una comoda poltrona di pelle nello spendido salotto di un pezzo da novanta del mondo accademico italiano. Appese alle pareti c'erano le locandine giganti delle sue conferenze, sulle quali erano stampate le sue foto. Alcuni suoi libri erano stati collocati con fare sapiente sul grande tavolo di cristallo vicino alla poltrona, in modo da attirare l'attenzione degli ospiti.


Si parlava della Storia del Novecento e delle tesi revisioniste sostenute nel mio libro, che lui aveva letto in anteprima.
Il luminare scandisce con solennità le seguenti parole:
- La Rivoluzione d'Ottobre è il punto di incontro tra le esigenze delle masse lavoratrici sfruttate e la dottrina marxista. Non ci sono complotti, caro Montermini.
A questo punto sbotto: - Ma ci sono le prove dei finanziamenti dei banchieri ebrei ai comunisti!
Senza perdere il suo aplomb il luminare mi risponde: - Non è vero niente!
- Come sarebbe a dire che non è vero? - chiedo io meravigliato - Lei conosce "Wall Street and the Bolshevik revolution" di Antony Sutton? Lì sono pubblicate le ricevute di pagamento dei banchieri che...
- Non conosco Sutton e non mi interessa!" - Taglia corto lui.



Dopo questo commento così lapidario tra noi cadde il gelo.
Se vi dicessi il nome di questo luminare rimarreste tutti a bocca aperta, ma questo non è importante. Ciò che conta è la serietà con la quale viene condotta la ricerca scientifica da parte degli storici italiani: "non conosco e non mi interessa!"


Enrico Montermini, 17/07/2017

martedì 18 luglio 2017

Un ponte di 1 700 000 anni costruito dall'uomo!

Gli enigmatici manpupuner : le formazioni rocciose Russe che sconcertan...

Stefania Tosi -07-07-2017 diretta Facebook

Germania, raddoppiano in un anno i reati sessuali commessi da migranti (COME BRUCIARE 2700 ANNI DI QUASI CIVILTA')

Germania, raddoppiano in un anno i reati sessuali commessi da migranti

IL PATTO SUI MIGRANTI E’ ALTO TRADIMENTO

IL PATTO SUI MIGRANTI E’ ALTO TRADIMENTO

L'USURA PROLIFICA NEL SUO NATURALE TERRENO DI COLTURA OVVERO IL NEOLIBERISMO

In un quadro neoliberista dove lo Stato è assente succedono le peggiori disgrazie neoliberismo prevede che la sovranità monetaria sia ceduta al banchiere privato ma questo comporta che anche nei momenti di necessità e di bisogno come per esempio gli alluvioni i terremoti e catastrofi anche le cadute di case crolli delle case lo Stato possa intervenire con una sua capacità monetaria con una sua forza economica ma in assenza di sovranità monetaria il recupero di questi soldi è sempre soggetto al prestito ovvero alla richiesta di denaro a una banca privata in cui degli azionisti guadagnano anche sul sulle disgrazie è naturale che questo sistema non può andare avanti non si può speculare su quello che sono le disgrazie della gente ma nel sistema neoliberista dove lo Stato non ha una sua capacità di emettere moneta questo succede e allora parte la guerra tra poveri perché quei pochi soldi che ci sono tolti dalle tasse o da tagli ingiustificati a quello che invece sono i finanziamenti per le opere pubbliche o comunque per far muovere la macchina organizzativa vengono così sottoposti a giudizi era meglio non fare le sagre era meglio usare questi soldi per di qua era meglio usare questi soldi per dire ma il l'usuraio vuole che ci sia una guerra tra poveri e quei pochi soldi perché deve far passare il messaggio della rarità monetaria e quei pochi soldi devono essere alla mercé di tutti i giornalisti che valutano se sia meglio spenderli di qua piuttosto che di là piuttosto che per le pensioni piuttosto che per le sagre piuttosto che per l'incendio peraltro ma tutto ruota all'interno del concetto della mancanza di denaro e quindi della perdita sovranità monetaria non solo ma la mancanza di denaro genera a parte poca manutenzione a tutti le infrastrutture pubbliche e private Egenera la mancanza di denaro in circolazione genera poco lavoro quindi aumento di furti aumento di corruzione perché per quel poco lavoro che rimane diventa oggetto di gare d'appalto truccate diventa oggetto di corruzione di cliente lismo tutto è una in diretta dipendenza della mancanza di sovranità monetaria meno denaro e più aumenta la corruzione meno denaro c'è più aumentano i furti meno denaro meno c'è lavoro quindi aumentare aumento tutto il peggio che può aumentare

lunedì 17 luglio 2017

Bruno Vespa, lezione a Laura Boldrini: "La parte migliore del fascismo"

Bruno Vespa, lezione a Laura Boldrini: "La parte migliore del fascismo"

I Laogai Cinesi ''Lavaggio del Cervello e Lavori Forzati''

Presentazione sul “Signoraggio – Veleno in tasca”

Presentazione sul “Signoraggio – Veleno in tasca”

Renzi KO, ma è tutto il sistema che crolla

L’agente della CIA in punto di morte confessa: “11 settembre

L’agente della CIA in punto di morte confessa: “11 settembre 

Mohenjo-Daro - L'enigma di un popolo scomparso

QUESTIONE DOGANE - MONOPOLI



ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/11780

Dati di presentazione dell'atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 830 del 10/07/2017
Firmatari
Primo firmatario: RIZZETTO WALTER 
Gruppo: FRATELLI D'ITALIA-ALLEANZA NAZIONALE
Data firma: 10/07/2017

Commissione assegnataria
Destinatari
Ministero destinatario:
  • PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  • MINISTERO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE
Attuale delegato a rispondere: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI delegato in data 10/07/2017
Stato iter: 
IN CORSO
Fasi iter:
MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 10/07/2017
Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-11780
presentato da
RIZZETTO Walter
testo di
Lunedì 10 luglio 2017, seduta n. 830
  RIZZETTO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, al Ministro dell'economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che:
si apprende dell'ennesima illegittimità perpetrata presso le agenzie fiscali nell'ambito delle procedure selettive avviate ai fini dell'attribuzione – ai sensi del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, come modificato dall'articolo 1-bis del decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193 – delle deleghe e delle posizioni organizzative temporanee (le cosiddette Pot);
con sentenza n. 4882 del 23 maggio 2017, il tribunale ordinario di Roma — sezione III lavoro ha dichiarato illegittimo, tra l'altro, il provvedimento di delega delle funzioni dirigenziali presso l'Agenzia delle dogane e dei monopoli «nella parte in cui consente ai Dirigenti degli uffici di livello dirigenziale non generale di delegare le funzioni relative agli uffici di cui hanno assunto la direzione interinale anche a funzionari in servizio presso Uffici diversi da quelli per cui è stata prevista la delega di funzioni»;
tale decisione si unisce alla moltitudine di sentenze della giustizia ordinaria, amministrativa e costituzionale (in particolare, la sentenza della Corte costituzionale n. 37 del 2015) in materia di attribuzione di funzioni dirigenziali illegittime. Non si comprende, pertanto, come mai ad oggi non siano intervenuti provvedimenti del Governo consequenziali a tali verdetti e si continui a consentire tali atti discrezionali, che sono inaccettabili in una pubblica amministrazione e che vanno contro ogni principio di uno Stato di diritto –:
quali siano gli orientamenti del Governo, per quanto di competenza, sui fatti esposti in premessa;
se e quali iniziative intendano adottare per contrastare le illegittimità esposte in premessa. (5-11780)
Classificazione EUROVOC:
EUROVOC (Classificazione automatica provvisoria, in attesa di revisione):
monopolio
FONTE
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/11780&ramo=CAMERA&leg=17

COMMENTO DIRSTAT : DOT. PAOLO BOIANO 

L'ON.LE RIZZETTO INTERVIENE ANCORA UNA VOLTA PER LA PESSIMA GESTIONE DELLE AGENZIE FISCALI I CUI VERTICI NON VOGLIONO PRENDERE ATTO CHE DOPO TANTI ANNI DI ANOMALIE E' GIUNTO IL MOMENTO DI RIPRISTINARE LA LEGALITA'.
INFATTI LA RECENTE SENTENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA CHE INTERESSA L'AGENZIA DELLE  DOGANE E MONOPOLI  CONFERMA CHE LE POSIZIONI ORGANIZZATIVE ALTRO NON SONO CHE LA PROSECUZIONE DEGLI INCARICHI DIRIGENZIALE DICHIARATI ILLEGITTIMI DALLA CONSULTA. VA DETTO CHE LA CORTE COSTITUZIONALE AVEVA DATO PRECISE INDICAZIONI OVVERO CONCORSI E NELLE MORE AFFIDAMENTO DI REGGENZE AI PIU' ELEVATI IN GRADO PURTROPPO IL GOVERNO CON LA ISTITUZIONE DELLE POS- POT HA VANIFICATO GLI EFFETTI DELLA SENTENZA SIGNIFICANDO CHE DI PROROGHE IN PROROGHE SIAMO GIUNTI AL 2018 PER LE REGOLARI PROCEDURE SELETTIVE IL CHE CHIARAMENTE CONTRASTA CON GLI INTERESSI DI COLORO I QUALI ATTENDONO DA OLTRE 15 ANNI DI POTER PARTECIPARE AD UN CONCORSO.
COSI CONTINUANDO LA LOTTA ALLA EVASIONE FISCALE VUOLE ESSERE UNA SEMPLICE E PURA ENUNCIAZIONE.
Vaccini - Montanari - genetica

Penso che susciterà qualche vespaio perchè leggo  su alcuni blog che, anche a seguito della manifestazione di Pesaro, alcuni lo vorrebbero ministro della salute. (su Luogo Comune, Gioia Locati, ad esempio). Allego copia di un articolo dell’ultimo n.ro di Nexus che riporta  anche le ricerche di Lanka. Penso che se  si continuerà ad ignorare  le vere cause di queste cosiddette malattie esantematiche o epidemiche, spostando l’attenzione solo su vaccini puliti o meno,  si attuerà il piano vaccinale – alcuni affermano che ci sono già quaranta vaccini pronti per essere immessi sul mercato – che sarà prodromico a quello genetico. Basta leggere il tema generale dell’esame di maturità di quest’anno che si è riferito all’articolo di Boncinelli pubblicato dal Corriere nel 2016 “Per migliorarci serve una mutazione”- Boncinelli è favorevole sia alle manipolazioni vegetali che umane –per colmare il divario, afferma, tra sviluppo civile e morale – . Ma lo sono anche, a quanto pare, i ns. religiosi –ostia con almeno un po’ di glutine ma  va bene anche se con farina ogm - http://tg24.sky.it/mondo/2017/07/08/vaticano-ostia-senza-glutine-non-valida.html   Paola B. B.

ORRORE SENZA FINE

Non   c’è “il minimo dubbio che l’obbiettivo dell’Occidente guidato da Stati Uniti e Israele, con strumenti come Daesh, Al Nusra, Fratelli  Musulmani ….è  assolutamente lo stesso in Irak, in Siria, in Yemen, in Libia come in Egitto, in Tunisia, in Libano e in Bahrein: far sì che gli arabi si mutino in una popolaglia incapace di edificare delle vere entità politiche e di occupare una dignitosa posizione  internazionale”.
Esattamente come in Europa - aggiungo io.

http://www.maurizioblondet.it/usa-la-scusa-battere-lis-un-genocidio/

Ho incontrato Daniele Pesco e Alessio Villarosa. Ho fatto loro due doman...

I PADRI AMPUTATIVI DELLA PATRIA

SERIE I PADRI AMPUTATIVI DELLA PATRIA N.1
Ricordiamoceli tutti.

http://accademiadellaliberta.blogspot.it/2017/07/dichiarazioni-scioccanti-di-dalema-vi.html

http://accademiadellaliberta.blogspot.it/2017/07/migranti-emma-bonino-confessa-abbiamo.html

DELLA IPOCRISIA

8 segni nascosti delle persone ipocrite e come comportarsi con loro


Le persone ipocrite sono come veleno, più ne sei a contatto più
diminuisci la qualità della tua vita.  Impara a riconoscere i segnali
che le caratterizzano.

Ci sono segnali di pericolo che ci aiutano a capire se la persona con
cui abbiamo a che fare sia una potenziale ipocrita o meno! Saper
allontanare le persone ipocrite è un fattore che può variare in base a
molti aspetti personali, ma certamente possiamo tenere a mente dei
concetti che possono aiutarci ad individuarle e gestire la relazione.

I segnali delle persone ipocrite sono:

1. Rispettano solo i potenti.

Le persone ipocrite amano prendere tutto il prendibile e sono sempre
in azione in questo senso, specialmente  sul posto di lavoro. La
stessa persona che sorride e si complimenta con il tuo capo e abbassa
il naso difronte a molti colleghi o alla ditta di pulizie . Una
persona sincera da rispetto a tutti  indipendentemente dalla loro
posizione nella vita o da ciò che quella persona può fare per loro.

2. Criticano

Le persone ipocrite di solito sono insicure. Così, invece di
complimentarsi con qualcuno che percepiscono sembra meglio di loro, si
sentono minacciate e sminuite. Le persone sincere, d’altra parte, sono
fiduciose di se stesse e prendono spunto dai successi altrui.

3. Non smettono di pettegolare

La ricerca mostra che le persone pettegole non sono generalmente
soddisfatte di se stesse e  hanno alti  livelli di ansia. Per
combattere questo, pettegolano per  sentirsi superiori, per sollevare
se stessi trascinando gli altri verso il basso. Le persone sincere
tendono semplicemente ad esprimere la propria opinione, senza malizia.
Questo è perché hanno una sana autostima.

4. Aiutano le persone solo quando è redditizio per loro

Le persone ipocrite pensano sempre a se stesse, prima di tutto. Se
pensano di poter beneficiare di una situazione, la prendono al volo,
senza fare domande, aspettando il ricambio con gli interessi. Le
persone sincere aiutano gli altri perché lo  vogliono. Non si
aspettano alcun genere di pagamento.


5. Cercano di raggiungere cose difficili per attirare l’attenzione

Se una persona ipocrita ha raggiunto qualcosa, farà in modo che tutto
il mondo lo sappia. Questo perché gli ipocriti bramano l’attenzione da
parte degli altri, a causa del fatto che essi non hanno imparato a
coltivarla dentro se stessi. Sui social media sicuramente vi sarà
capitato di vedere  sfilate di   vite “perfette”. D’altro canto le
persone sincere si preoccupano solo ciò che i  loro cari pensano. Non
hanno bisogno di attenzione da chiunque altro.

6. Hanno bisogno di impressionare gli altri

Impressionare gli altri a volte è normale. Ma quando diventa un modo
di vivere, hai a che fare con un ipocrita. Gli ipocriti sono così
concentrati su ciò che tutti pensano di loro che perdono il contatto
con ciò in cui credono e nelle cose di valore.

7. Sono tutte chiacchiere e niente fatti

Gli Ipocriti amano l’ over-talk . Sono pieni di parole eloquenti, ma
in realtà, non hanno alcuna intenzione di seguire  le loro promesse. O
forse lo hanno fatto, ma poi si sono resi conto che era inconveniente,
così hanno deciso di abbandonare.  Una persona sincera invece, conosce
il valore di una promessa. Si mette nei panni dell’altra persona e
pone se stesso in secondo piano per aiutarla.

8. Amano vantarsi

Avete mai incontrato qualcuno e una delle prime cose che ha fatto è
vantarsi? Tutto questo deriva da una persona con scarsa autostima,
qualcuno che sta cercando di creare una falsa immagine di se stesso,
semplicemente come un mezzo per impressionare. Per gli ipocriti, i
loro successi non hanno alcun valore a meno che gli altri approvino.
Le persone sincere non vantano circa il loro successo. Essi non hanno
bisogno dell’approvazione degli altri, perché hanno già la loro.

Insomma, non lasciare che la negatività di qualcuno faccia di te un
pessimista, usa sempre razionalità, cuore e una piccola dose di sano
egoismo nel relazionarsi con persone che hanno simili atteggiamenti.

Devi ricordare che sei tu il primo responsabile della tua felicità.

Fonte: www.vivismart.org

SCOPERTA SENSAZIONALE: SVELATO IL MISTERO DELLE PIRAMIDI?

CHI VUOLE ELIMINARE GIANNI LANNES?

CHI VUOLE ELIMINARE GIANNI LANNES?

Maschi, giovani, ignoranti e pazzi: il rapporto che azzera le balle sugli immigrati

Maschi, giovani, ignoranti e pazzi: il rapporto che azzera le balle sugli immigrati

Decreto Vaccini, l’intervento di Luigi Gaetti

I geroglifici Egizi furono realizzati con attrezzi tecnologici speciali ?

ONOREVOLE BOLDRINI, PERCHÉ NON DEMOLIAMO ANCHE I LAVORI DELLA BONIFICA E TORNIAMO ALLE PALUDI PONTINE?


Di Francesco Mazzuoli


Onorevole Boldrini,
Ella ci fa sapere come taluni partigiani si sentano ancora offesi dalla presenza di monumenti del ventennio fascista;  io, invece, appartengo ai milioni di italiani che Le fanno sapere che sono stanchi di veder sventolare la bandiera dell'Unione Europea sulle proprie città, e sognano un tempo in cui esporla sarà reato.
Che ci vuole fare, cara Signora, sono un italiano nostalgico, tuttavia non del ventennio, che non ho vissuto, ma del futuro che non ho più.
Nelle Sue esternazioni, così piene di accorata e squisita sensibilità, ravviso l'ennesimo esempio  della propaganda più subdola, tesa a  cancellare qualunque simbolo identitario potenzialmente collegabile alla difesa degli  interessi nazionali del nostro popolo. 
È l'operazione di cancellazione della storia e, quindi, dell'identità e dell'appartenenza di un popolo alla propria terra, in ordine alla costruzione di anonimi territori coloniali euro-americani, sprovvisti di storia comune e abitati da individui sradicati in perenne conflitto tra loro. Non è colpa Sua, me ne rendo conto, se tale disegno, basato sulla distruzione degli Stati nazionali,  passa necessariamente  per l'annichilimento dell'identità dei popoli, della tradizione,  e del legame con il proprio territorio. Non è colpa Sua, se comporta l'annientamento dei popoli stessi per come li conosciamo, fisicamente cancellati e sostituiti con immigrati di culture differenti e inassimilabili, in modo da costruire un mosaico multietnico di interessi contrastanti e inconciliabili in nome di un interesse comune, che si riconosca in un territorio e voglia difenderlo.
È il modello della società globale disegnato dai poteri forti americani, di cui l'Unione Europea è il laboratorio più avanzato; un modello anticipato e rappresentato da internet: una indistinta e virtuale rete mondiale, abitata da un essere umano de-territorializzato, che esiste appunto in questo non luogo geografico e in un eterno presente, creato mediante la  simultaneità degli scambi.
Per realizzare una società siffatta, naturalmente, oltre alla storia, bisogna ignorare anche la geografia (e a ciò ha pensato la Sua collega Gelmini, proponendo una riforma scolastica in cui l'inutile e noioso studio di questa materia è stato abolito).

Lo sa, cara Signora, che ogni mese nel mondo scompaiono due lingue? Ma -giustamente - cosa gliene importa a Lei di simili questioni astratte ed accademiche, basta che i bambini facciano un buon corso di inglese, un paio - anzi una dozzina - di vaccinazioni,  e non avranno problemi: ci sono tanti bei posti per emigrare... – chiedo venia:  migrare.
 Io, Signora, non vorrei sbagliare, però, per i miei figli – se avessi potuto permettermeli -  mi orienterei più per un bel corso di Cinese o di Russo...

Tuttavia, ipotizziamo per un momento che Ella, onorevole Boldrini, abbia ragione e che sia necessario cancellare la memoria di quell'esecrabile periodo. Io, allora – se mi permette -  avrei un umile suggerimento da darLe: perchè non demolire anche i ponti,  le strade e le ferrovie? Lo sa che – purtroppo -durante il ventennio ne furono costruiti molti chilometri? Glielo hanno detto? C'è scritto su quei foglietti che tanto solertemente e con tante difficoltà legge in pubblico?
E, a questo punto, perché non distruggere anche i lavori di bonifica, che hanno permesso a tanti italiani oppressi dal fascismo di lavorare la terra e di sopravvivere? Non trova anche Lei "orribile" lo skyline di Latina?
Vuol mettere la meraviglia di quegli acquitrini delle paludi pontine restituiti al loro antico splendore e popolati nuovamente di variopinte specie di uccelli, piuttosto che dai discendenti di quei coloni italiani con le mani callose e il brutto vizio di coltivare la terra? Sa che festa per Legambiente e che bei servizi su National Geographic?
E poi si potrebbe ricostruire tutto daccapo, stavolta con alacri e marmoree braccia migranti;  e magari, al posto delle fastidiose e ronzanti mosche, erigere qualche brulicante moschea, per abbellire il paesaggio e integrare i nuovi coloni, che donerebbero finalmente al panorama un tocco multiculturale, mi spingo a dire di poeticamente ecumenico. https://www.youtube.com/watch?v=9RQEhaYbJ40
Sa quanto lavoro per i nerboruti immigrati? Oddio, mi perdoni, si chiamano migranti. Mi scusi anche per "l'oddio", lo so che qualcuno si può offendere; mi suggerisca lei le parole: ecco, facciamo come con i nuovi genitori gender: "Divinità n.1, n.2, ecc.", le caratteristiche di ciascuna strettamente normate dall'Unione Europea. 
Ma sto divagando, torniamo ai nostri amici immigrati, da accogliere a braccia aperte:  sappiamo tutti che si spaccano la schiena solo per pagarci le pensioni, ce lo ha detto anche l'onorevole D'Alema: http://accademiadellaliberta.blogspot.it/2017/07/dichiarazioni-scioccanti-di-dalema-vi.html
Non vorrà mica che finiscano a rubare? Non ci sarebbe gara: in quel campo, ci  dite da decenni,  noi italiani siamo imbattibili. Via, li conosciamo, questi ragazzoni venuti a darci una mano:  sono specchi di onestà, ma non possono mica tutti chiedere l'elemosina! A chi dovrebbero chiederla poi, ora che anche noi italiani siamo finiti a chiederla?
                                                                                               
Eh sì, cara signora Boldrini, Ella ha intuito la strada giusta, ma persegua (mi perdoni il lapsus, volevo dire prosegua), non arretri di fronte ai beceri rigurgiti di nazionalismo di un Paese morente. Resista! A breve non ci saranno che immigrati e voteranno tutti per Lei e per la sedicente sinistra.
In quel mondo meraviglioso che Lei preconizza, persino le camicie nere saranno finalmente proibite, a meno che non siano firmate da Dolce e Gabbana (mi consenta però di dirLe che è un peccato, perché, considerando come saremo ridotti, reggerebbero meglio lo sporco...); l'unico vero rimpianto è che non ci sia più Michael Jakson: sa che testimonial meraviglioso? Oggidì farebbe altrettante operazioni per tornare negro e potrebbe tenere un concerto in mondovisione da piazza S.Pietro, con omelia del Papa sull'accoglienza e accompagnamento di uno scatenato Bill Clinton al sassofono.

Vada avanti, Signora, non pensi a noi che grazie alle leggi europee che continuamente votate non abbiamo più futuro , e, a quanto pare, tra un po' nemmeno un passato.

                                    Francesco Mazzuoli




Decreto vaccini, mamme si incatenano davanti al Senato mentre è in corso...

Dott. Trinca: i vaccini sono bombe che uccidono i bambini e i Senatori s...

70 MILIARDI PER INFANGARE DI BELLA A FAVORE DELL'INDUSTRIA MEDICOFARMACO...

VACCINAZIONI ANCORA NEL MERITO RAGGIUNGENDO PESARO AL PASSO DEL FURLO

giovedì 13 luglio 2017

Mauro Biglino - L'invenzione del peccato originale

Falcone e Borsellino dicono chiaramente chi è contro di loro

Falcone e Borsellino dicono chiaramente chi è contro di loro

Sono d’accordo con la Boldrini!

Sono d’accordo con la Boldrini!

Nessun vento e' buono per il marinaio che non sa dove vuole andare

L'uomo ha cominciato a sopravvivere e a vincere quando ha cominciato a condividere cooperare quando ha aiutato il suo simile ed nell'altro ha visto se stesso e dio del resto è lo stesso insegnato di Jeshua e buddista del namaste saluto il dio che c'è in te. Il karma-egregora del male vuole la competizione ecco perché il neoliberismo e' figlio dell'egregora del male. La comunità rende forte il singolo ed il singolo forte rende forte l'umanità se la comunità e forte ed autonoma non ha bisogno di multinazionali che gli vendano la felicità. Se invece si esaspera l'individualismo e la competizione s rompe quel legame comunitario della condivisione e cooperazione e l'uomo può essere mercificato in ogni sua espressione, diventa materiale umano pronto per essere immolato sui mercati usurai finanziari. 
Giuseppe Turrisi

COOP: Scoppia la bolla dei prestiti, 11 miliardi di risparmi a rischio

COOP: Scoppia la bolla dei prestiti, 11 miliardi di risparmi a rischio

Precisazioni su Hamer e i media

 
Ad un’amica che, dopo aver ascoltato le dichiarazioni di Veronesi indicate nel post, mi chiede cosa penso della psico- oncologia ho risposto con le parole dello psichiatra Danilo Toneguzzi, seguace delle scoperte di Hamer, che in un suo articolo di qualche anno fa sulle 5 leggi biologiche scrisse:
“Ma se la Medicina Psicosomatica, che si pone come la disciplina che, per eccellenza, tenta di superare il dualismo mente-corpo, al di là delle presunte apparenze, è scivolata nuovamente nel riduzionismo meccanicistico dei secoli antichi, un’altra recente disciplina, la psico-oncologia, che presume anch’essa un’attitudine olistica nei confronti del paziente, è scivolata ancora più in basso. In uno dei testi più accreditati nella letteratura italiana, il “Manuale pratico di psico-oncologia”, si afferma nelle prime righe di presentazione che: “La Psico-oncologia costituisce in ambito sanitario un riferimento per tutti coloro – oncologi, psicologi, psichiatri, psicoterapeuti – che nel trattamento della malattia neoplastica hanno una visione olistica del malato, tesa a tutelare e favorire una migliore qualità di vita del paziente considerandolo nella sua complessità, vista la inscindibilità negli esseri umani della componente biologica da quella emozionale” (Grassi, Biondi, Costantini, 2003, pag. IX). Peccato che nelle trecentoventi fitte pagine del testo non c’è una riga in cui si accenni alla possibilità, anche remota, che le emozioni abbiano una qualche determinante nella genesi del cancro! In tutto il manuale pratico di psico-oncologia, le emozioni sono considerate solo in quanto “vissuto di malattia”, cioè la reazione emotiva del paziente alla malattia tumorale! Viene proprio da chiedersi cosa si intenda con il termine “olistico” o con “l’inscindibilità negli esseri umani della componente biologica da quella emozionale”…Paola

DEGLI INCENDI, DEI FORESTALI, DEL "NON CI SONO I SOLDI" E INTANTO TUTTO BRUCIA

Quando si studia la scienza antincendio si sa perfettamente che l'autocombustione è una delle più improbabili cause di innesco degli incedi nell'ordine dello 0,01 ma diventa ancora più improbabile quanto tutto il sud italia è interessato agli incendi contemporaneamente.... una strategia piromane è alla base....... c'era una volta la leggenda dei "guarda boschi stagionale" che se sistematicamente non venivano assunti partivano gli incendi con la classica deduzione che se non c'è chi controlla c'è poi chi innesca (a volete potrebbero coincidere). Ma la cosa più drammatica è quella di non avere una sistema serio di elicotteri, canadair e piloti dato che si sa da 40 anni (almeno) che c'è il problema al sud (e non solo). Ovviamente la canzonetta neoliberista usuraia predica che non ci sono i soldi per cui non si fa nulla, eppure c'è tanto mare ed il livello sale in continuazione si potrebbero realizzare dei sistemi di pompaggio per le situazioni di pericolo ma non ci sono i soldi (che rabbia che ti viene quando si sentono queste stronzate inculcate dal neoliberismo usuraio). C'è poi da dire che il piromane non merita il metro cubo di ossigeno che respira dato che glielo fornisce proprio il bosco che lui da alle fiamme, per cui il ripristino della pena di morte (senza processo) per i piromani presi in fragranza di reato sarebbe utile all'umanità altro che 12 vaccini obbligatori.... ma come si sa siamo figli del perbenismo sinistroide da salotto.... che ci fa aborrire le cose più logiche e ci fa occupare di cose frivole......

Hamer e i media

Vi trasmetto, per condivisione, la risposta inviata ad una persona, titolare di un sito, che mi ha posto alcune dubbi e domande sulle scoperte del dr. Hamer (non riesce a vedere il lato spirituale, non sono dati certi ecc.)
 
Concordo con il medico che afferma che non tutti i conflitti creano cancro. Ne scrive anche Hamer: dipende dall'intensità dell’emozione e dalla durata. E l’intensità è un dato soggettivo e non misurabile. Pertanto le sue scoperte sono scientifiche ma solo a livello individuale e non possono essere protocollate. Sono una mappa che però aiuta moltissimo a comprendere sia la causa che l’eventuale evoluzione biologica  e questa consapevolezza aiuta le cure che possono essere infinite. .  Le diagnosi di Hamer si basavano prevalentemente sulla lettura di Tac cerebrali –  all’estero, isolato, riceveva pochissime  persone – che più medici gli inviavano senza  dire nulla dei loro pazienti e pare che non le  abbia mai sbagliate anzi a volte riscontrava ancora evidenti segni di traumi che la persona interessata  più non ricordava.  E’ scritto anche nel suo testo  che  ha avuto confronti con medici vari che hanno ammesso che le sue diagnosi erano corrette. Nei corsi che ho fatto ho imparato a leggere le Tac – che comunque non sono strumento indispensabile se non in alcuni  casi problematici – ma non è cosa semplice perché a volte i segni, quelli che Hamer chiama DHS,  sono davvero quasi invisibili. Ricordo il caso di una persona che ad una mia conferenza del 2003 mi disse che  aveva avuto due diagnostiche genetiche ereditarie – non aveva avi con simile malattia –; la sua Tac  cerebrale evidenziava chiaramente che  subì  uno shock  conflitto di separazione molto grave (interessava anche il talamo) –  che lei in seguito mi  confermò.  Accadde quando aveva  sei mesi e   all’età di un anno – non camminava bene – dissero ai genitori  che sarebbe diventata paralizzata a dieci anni e, poiché non successe non successe, dissero  in seguito che si trattava di un’altra malattia, sempre genetica ereditaria, e che  l’avrebbe completamente paralizzata a quarant’anni.  Aveva quarant’anni quando ci siamo incontrate  ed ora ne ha 54 e non è paralizzata ! I casi sono molti. Appena avrò tempo  ti invierò un commento di quelli che ritengo essere i più significativi da me conosciuti. Per quanto riguarda la spiritualità: si esce dal materialismo  derivante dal riduzionismo scientifico proprio considerando la psiche che è il grande connettore tra spirito e materia. Può ospitare tutti i tipi di pensiero: spirituale, istintivo ecc. Molti casi si sono risolti proprio alzando la vibrazione con pensieri d’Amore spirituale. Spesso però le meditazioni  delle persone  che ignorano certi processi biologici non sono sempre efficaci. Quante persone devote e non guarite si sentono non degne dell’attenzione di coloro che invocano! Hamer ha scoperto la bifasicità derivante da questi shock emozionali ovvero che sono un processo sincrono tra psiche-cervello- organi; finchè persiste il problema psichico si ha la fase di simpaticotonia, seguita poi,  da quella vagotonica nella quale si riscontrano i sintomi. Per quanto riguarda le cause esogene – veleni vari ecc. –fin da subito si avvertono  i sintomi ma non si riscontrano le cause  nelle tac cerebrali  (salvo poi successive evoluzioni  ovvero shock causato  dalla paura). I neurologi e i neuroscienziati hanno sempre evitato un confronto con lui e, ultimamente, la Siemens ha  modificato la Tac  per fare in modo che questi segni – DHS -  si vedano meno.  Ma i medici, che hanno in archivio centinaia  di Tac – Hamer ne ha migliaia -  , sono in grado comunque di risalire ai conflitti anche se con più fatica. Le sue scoperte poi chiariscono molto più di tante altre il ruolo dei microbi, delle cosiddette metastasi  e sconfessano il concetto  di maligno derivante dall’A.T.   Un abbraccio.  
Paola B.B.

Claudio Borghi Aquilini Costretto a Smentire Piller e Bonafè Omnibus 12/...

Auriti spiega la società organica




Mussolini e la svolta del '38



SISTEMA IMMUNITARIO E VACCINAZIONI Dott. Gianpaolo Giacomini

SISTEMA IMMUNITARIO E VACCINAZIONI Dott. Gianpaolo Giacomini

DI BATTISTA SPIETATO: "MODERI IL LINGUAGGIO DEPUTATO" - "NON CE L'HO FAT...

Who Creates Money?

Dear All,

Without Prejudice.

It is from long time that I have interest and study this issue, regarding money creation, From Prof Giacinto Auriti, Eustace Mullins on Ezra Pound, Dr Marco Saba and Prof. Richard Werner.

Who Creates Money?   This issue has created many wars to say in other words:

1 Timothy 6:10 For the love of money is the root of all evil:  …  (avarice, covertness).

Professor Richard Werner, German, University of Southampton who drafted the Q.E. Quantitative Easing thesis with empirical evidence.

This video speaks openly of the "legalized" fraud of the banks. 

The problem is not only in the creation of the money “electronically-digital money” but the banks do not use the standard method to do the correct entry in the books, as the bank do not enter in the books the creation of money, but enter only as a liability.

I also include a video relate to Positive Money.

  • This also is not to say that the Vatican is not involve in this fraud.

Yours faithfully
Lucio


PS: The video from Prof. Richard Werner is a clear exposition of the present situation. At this stage is all out but only for the few.   Hope that the end for me will be not as the Plato "Allegory of the Cave" in his work Republic.


George Soros finanzia l'invasione degli immigrati: soldi alla rete di Onlus che diffonde dati a senso unico

George Soros finanzia l'invasione degli immigrati: soldi alla rete di Onlus che diffonde dati a senso unico