venerdì 29 dicembre 2017

Renzi è un software nella Matrix di Berlusconi - Gigi Moncalvo

giovedì 28 dicembre 2017

martedì 26 dicembre 2017

BRAMIERI & AUGUS: SKETCH PITTORE DIPINGI UN' ANGELO NEGRO [1985]

SQUALLOR - Angeli negri - dall'album PALLE (1974)

Essere sfruttati lavorando durante le Festività

Ugo Tognazzi e Gianni Agus - Angeli Negri (1958)

Carlo Buti - Angeli negri

Marino Barreto - Angeli negri (Alta Qualità - Remastered)

I SIGNORI DEL DENARO - GIORGIO VITALI

I SIGNORI DEL DENARO - GIORGIO VITALI

LO SBIRRO DEI DUE MONDI E..... di G. Vitali

venerdì 22 dicembre 2017

  BUON NATALE E BUONE FESTE  
  DA ACCADEMIA DELLA LIBERTÀ  
  A TUTTI  

 AMATE PIÙ CHE POTETE 
 E' L'UNICA LEGGE VERA 
 CHE PRIMA O DOPO 
 RESTITUISCE LA SUA POTENZA 

Si vogliono vendere l'argenteria di famiglia - Antonio Rinaldi

Fedeli, la ministra dell’Istruzione più migliore di sempre. Ecco la nuova perla grammaticale

Fedeli, la ministra dell’Istruzione più migliore di sempre. Ecco la nuova perla grammaticale

LEZIONE 17 - La Sapienza Ermetica Egizia – Il Pimandro

Noi insegnanti produciamo servi (Pietro Ratto sulla scuola di oggi)

La morte di Salvatore Paladino e Salvatore Mandarà

The McGuire Sisters~ "Sincerely"

CORPO ERMETICO

giovedì 21 dicembre 2017

ERMETE TRISMEGISTO Tre preghiere a Dio Padre

L'eresia vaticana. San Pietro, tempio ermetico del Sole - Sandro Zicari

Di Maio agli studenti di Harvard: "I vaccini sono obbligatori e noi non cambieremo la legge"

Di Maio agli studenti di Harvard: "I vaccini sono obbligatori e noi non cambieremo la legge"

I SIGILLI MAGICI: Cosa sono ,come crearli ,come usarli

I SIGILLI MAGICI: Cosa sono ,come crearli ,come usarli

Interferenze genetiche a fine di lucro

MISTERI ASTRONOMIA EGIZIA SVELATI CON MASSIMO BARBETTA

Il debito pubblico "sostenibile". Gian Paolo Pucciarelli



Il predicatore giustifica le infibulazioni: "Tagliare clitoride o la donna ha troppo desiderio"

Bergoglio: "Gli Europei Non Sono Una Razza Nata Qui, Hanno Radici Migranti"

Liberi Agricoltori bioregionali: "Il Grano Cappelli è un bene comune e non una esclusiva della SIS"

Liberi Agricoltori bioregionali: "Il Grano Cappelli è un bene comune e non una esclusiva della SIS"

Piero Ragone convegno ufologico Calice Ligure 2017 ( ottobre )

Nino Galloni: la Francia alla conquista militare e strategica dell’Italia

Nino Galloni: la Francia alla conquista militare e strategica dell’Italia

APOFENIE, EURISTICA RAPPRESENTATIVA, BIAS COGNITIVI, ANCORAGGI, DISSONAN...

PAREIDOLIA QUANDO LA MENTE VUOLE VEDERE QUELLO CHE NON C'E'


L'INGEGNERIA DEL CONSENSO NELLA DEMOCRAZIA E LA PSEUDO RAPPRESENTANZA

SUCCEDE ED E' NEOLIBERISMO

Azzardo predatorio: spazi anaffettivi di solitudine

PERCHE' DICO NO A CHI VUOLE ABOLIRE IL CONTANTE


PERCHE' DICO NO A CHI VUOLE ABOLIRE IL CONTANTE

Banca Italia chiarisce la natura della “moneta elettronica”: è carta igienica!

Banca Italia chiarisce la natura della “moneta elettronica”: è carta igienica!

MA CHE VUOL DIRE NEOLIBERISMO?

Artigiano di 58 anni si impicca nel laboratorio: non ce la faceva più

Conferenza NAVI & ASTRONAVI - III PARTE - Ivan Ceci

Conferenza NAVI & ASTRONAVI - III PARTE - Ivan Ceci

mercoledì 20 dicembre 2017

LA PICCOLA ESTONIA SE NE FREGA DELLA BCE E CREA LA PROPRIA MONETA DIGITALE COMPLEMENTARE

LA PICCOLA ESTONIA SE NE FREGA DELLA BCE E CREA LA PROPRIA MONETA DIGITALE COMPLEMENTARE

La storia in giallo - L'epopea di Gilgamesh - RADIO3 (17/12/2008)

Nuova Civiltà incontra Massimo Barbetta - Intervista Inedita, Dicembre 2...

L'EPOPEA DI GILGAMESH

Si squarcia il velo su Ustica

Si squarcia il velo su Ustica

Giulio Perrotta a Curtarolo 12 12 '17 Il lato oscuro del cristianesimo

La fantastica invenzione di due ragazzi Siciliani: la Bioplastica di Canapa. Una scoperta che potrebbe cambiare il mondo

La fantastica invenzione di due ragazzi Siciliani: la Bioplastica di Canapa. Una scoperta che potrebbe cambiare il mondo

L’EU: “in Polonia a rischio lo Stato di diritto” (Repubblica). Eh no, è proprio l’EU che fomenta diritto asimmetrico e colpi di stato (per ora semiformali). Urge abbandonare l’euro!

L’EU: “in Polonia a rischio lo Stato di diritto” (Repubblica). Eh no, è proprio l’EU che fomenta diritto asimmetrico e colpi di stato (per ora semiformali). Urge abbandonare l’euro!

LA PICCOLA ESTONIA SE NE FREGA DELLA BCE E CREA LA PROPRIA MONETA DIGITALE COMPLEMENTARE

LA PICCOLA ESTONIA SE NE FREGA DELLA BCE E CREA LA PROPRIA MONETA DIGITALE COMPLEMENTARE

MA CHE SIGNIFICA NEOLIBERISMO?

Las Vegas: Nelle fogne vivono oltre 30mila vittime della crisi economica (video documentario)




Bernays: vi guideremo come pecore, sarete ai nostri ordini

Bernays: vi guideremo come pecore, sarete ai nostri ordini

L'ironia è una facoltà a numero chiuso! Miscappaladiretta 14/08/2016

CI OCCORRE UNA TREGUA. CONTEMPLATIVA.

CI OCCORRE UNA TREGUA. CONTEMPLATIVA.

STAMPA TEDESCA SHOCK: ITALIA GOVERNATA DA INCAPACI

STAMPA TEDESCA SHOCK: ITALIA GOVERNATA DA INCAPACI

DEMOCRAZIA S.P.A. TOTALITARISMO INVERTITO - E INAVVERTITO.

DEMOCRAZIA S.P.A. TOTALITARISMO INVERTITO - E INAVVERTITO.

Project for the New American Century: How One Think Tank May Influence American Foreign Policy

Project for the New American Century:How One Think Tank May Influence American Foreign Policy 

n meno di 30 anni l'Europa sarà islamica, i cristiani saranno perseguitati

n meno di 30 anni l'Europa sarà islamica, i cristiani saranno perseguitati

'Mass Media: il controllo dell'opinione Pubblica' a cura del Prof. Franc...

martedì 19 dicembre 2017

LA CASA DI PSICHE - SENECA

RICORDARSI SEMPRE

...Se l'anima sta male può far morire il corpo, ma se il corpo sta male non può uccidere mai l'anima...
l'unica terapia è l'amore universale....

Seneca. Terapia per i mali dell'anima – Giovanni Reale

PAPA BERGOGLIO VERSO LA CAPITOLAZIONE DELLA VERITÀ?

Zibordi spara a zero sul Debito Pubblico!

Russia, Mosca si ritira dalla Corte penale internazionale: “Non è indipendente”

Russia, Mosca si ritira dalla Corte penale internazionale: “Non è indipendente”

LA BREVITÀ DELLA VITA di Lucio Anneo Sènéca

Impariamo a conoscere la ministra degli Esteri del governo "estremista" di Vienna

Impariamo a conoscere la ministra degli Esteri del governo "estremista" di Vienna

LA BREVITÀ DELLA VITA di Lucio Anneo Sènéca

Sovranità monetaria per lo sviluppo economico Milano 14 12 017

"Il capolavoro sconosciuto" di H. de Balzac - lettura integrale

RESURRECTION BY COUNT LEO TOLSTOY

conferenza 11 10 2017 Eggregore e Forme Pensiero

Democrazia, sovranità e moneta complementare

IL RUOLO DELLA DONNA NEI CONTESTI STORICI.....

Pensioni Inps schema ponzi

Mario Albanesi: Scampoli umani

18 milioni di italiani a rischio povertà o esclusione sociale: colpa solo della “crisi economica”?

18 milioni di italiani a rischio povertà o esclusione sociale: colpa solo della “crisi economica”?

NO MA DAI..... MA VERAMENTE?

Mani pulite, confessione shock di Di Pietro:”Eravamo arrivati anche al PCI,poi l’inchiesta è stata fermata dai servizi segreti”

lunedì 18 dicembre 2017

TG: Tele Gina - Modifiche del clima ed i padroni delle banche

LA CHIMICA DEL 700 E L'EVOLUZIONE DELLA SCIENZA di G. VItali

COMUNICAZIONE E SIGNIFICATI di G. Vitali

CONFERENZA DEL 16 DICEMBRE 2017 AD ORTE HOTEL LETIZIA

Galloni: moneta sovrana e posti di lavoro, o addio Italia

Galloni: moneta sovrana e posti di lavoro, o addio Italia

"Ci sono infermiere che hanno paura di essere ricoverate, sanno di rischiare l'eutanasia"

"Ci sono infermiere che hanno paura di essere ricoverate, sanno di rischiare l'eutanasia"

L'immagine può contenere: sMS

Noi insegnanti produciamo servi (Pietro Ratto sulla scuola di oggi)

Clamoroso! Ecco la prova: già nel 1978 sapevano tutto sull’euro (di Giuseppe PALMA)

Clamoroso! Ecco la prova: già nel 1978 sapevano tutto sull’euro (di Giuseppe PALMA)

Un Mondo Impossibile ...

Un Mondo Impossibile ...

domenica 17 dicembre 2017

MA CHE SIGNIFICA NEOLIBERISMO?

L’ultimo saluto alla giovane Oana, non ha retto al mancato rinnovo del contratto di lavoro

LA POTENZA DI DIO SPESSO E' PRESENTE NELLE PICCOLE COSE


SHEMATIZAZIONE (PER QUANDO IMPOSSIBILE) DELL'UOMO, DELL'ANIMA DELLA MENTE DELLA COSCIENZA ECC


TESTAMENTO BIOLOGICO, TRAPIANTI ED ASPETTI ETICI di G. Vitali

FALSITÀ INTRINSECA DELLA INTERPRETAZIONE DEI VANGELI di G. Vitali

Ariel Toaff - Giovanna Canzano

UN GIORNO AL MINISTERO DELLA CORRUZIONE A SENTIRE FAVOLE MAL RACCONTATE

sabato 16 dicembre 2017

Debiti irredimibili e grandi parassiti “umanitari”

Debiti irredimibili e grandi parassiti “umanitari” – Scrive Marco Giacinto Pellifroni: “Oggi i governi usano l’insolvibilità dei debiti a leva in una rinnovata lotta di classe. Che i debiti irredimibili si possano cancellare con semplici artifici contabili (simili a quelli con cui sono stati creati) viene sostenuto da altri economisti, come Richard Werner, Richard Duncan, Michael Rowbotham, ma anche da ex (l’ex è d’obbligo) dirigenti di organismi come la Banca Mondiale, ad es. Peter Koenig...” - 

Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/12/i-debiti-irredimibili-ed-i-grandi.html

Quale futuro per l’energia?

Quale futuro per l’energia?

giovedì 14 dicembre 2017

Bitcoin è una bolla? o innovazione dirompente?

Khadja Nin: Sambolera

ORMAI IL DISEGNO E’ CHIARO: ELEZIONI INUTILI, GOVERNO TECNICO, PIU’ “EUROPA” E POI A RIVOTARE (chi ne avrà ancora voglia..)

ORMAI IL DISEGNO E’ CHIARO: ELEZIONI INUTILI, GOVERNO TECNICO, PIU’ “EUROPA” E POI A RIVOTARE (chi ne avrà ancora voglia..)

GRAZIE SALVO


LA SCHIAVITU MODERNA. ITA

Sankara - "... e quel giorno uccisero la felicita' "

Lo Sfidante - Carlos Castaneda (SONO 3 ORE E 40) ma una volta nella vita va ascoltato tutto

Giappone, banca centrale dà una lezione all'Europa

Giappone, banca centrale dà una lezione all'Europa

LA GERMANIA DEVE ALLA GRECIA 185 MILIARDI DI EURO (CALCOLATI DA RICERCATORI TEDESCHI), MA NON RIPAGHERA’ MAI

LA GERMANIA DEVE ALLA GRECIA 185 MILIARDI DI EURO (CALCOLATI DA RICERCATORI TEDESCHI), MA NON RIPAGHERA’ MAI

Sapete quanti soldi delle nostre tasse regala ai nomadi? Vittorio Feltri inchioda Gentiloni

Sapete quanti soldi delle nostre tasse regala ai nomadi? Vittorio Feltri inchioda Gentiloni

Bitcoin: quale possibile futuro

IGOR SIBALDI LE VOCI DELL' IO PROFONDO PER FAR CRESCERE IL TUO MONDO

QUANTO SONO TRASPARENTI I GUARDIANI DELLA VERITA’?

QUANTO SONO TRASPARENTI I GUARDIANI DELLA VERITA’?

La Chiave 7 - Il Secreto

ITALIANI MEDI E DISTRATTI di G. Vitali

S. Zizek: "L'antifascismo di oggi è il nuovo oppio dei popoli. Serve a proteggere il capitalismo globalizzato"

S. Zizek: "L'antifascismo di oggi è il nuovo oppio dei popoli. Serve a proteggere il capitalismo globalizzato"

mercoledì 13 dicembre 2017

M5S: finisce male la campagna elettorale in Campania...

CHE GUEVARA, DISCORSO ALL'ONU SULLA SOVRANITÀ

la riforma fiscale di Trump è un passo storico

la riforma fiscale di Trump è un passo storico

PURITANI IDEALISTI INUTILI O PRAGMATICI FURBI COME LE VOLPI?

UN GIORNO AL MINISTERO DELLA CORRUZIONE A SENTIRE FAVOLE MAL RACCONTATE

Un sguardo al'attualità. Giorgio Vitali

Un sguardo al'attualità. Giorgio Vitali

I COLTIVATORI SUICIDI. PER LA NOSTRA INGRATUDINE.

MA CHI SIGNIFICA NEOLIBERISMO USURAIO?

“Italia primo Paese europeo per numero di cittadini in condizioni di deprivazione. Sono 10,5 milioni”

Il terremoto? Ormai non fa più notizia. C’è il fascismo da combattere…

Il terremoto? Ormai non fa più notizia. C’è il fascismo da combattere…

DAI MONDI INVISIBILI

PURITANI IDEALISTI INUTILI O PRAGMATICI FURBI COME LE VOLPI?

lunedì 11 dicembre 2017

I segreti del Vaticano, terrificante !!!

PTV News 11.12.17 - Siria: Dopo la vittoria, le truppe russe tornano a casa

PIANETI A PERDERE

Domenico Modugno - Vecchio frac [HD]

Domenico Modugno - Vecchio frac [HD]

Laura Fezia -07/12/2017

Laura Fezia -07/12/2017

Pisapia? Era una fake news

ALESSANDRO DE FELICE ED IL MISTERO DELL'ARCHIVIO SAVOIA SCOMPARSO

Intervista a Stefano Candela sull'insegnamento di Grigori Grabovoi

Renzi chiede aiuto a zio Biden?

Renzi chiede aiuto a zio Biden?

Il karma genealogico: tra Jung e Hamer

In relazione all’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/12/il-karma-genealogico-tra-jung-ed-hamer.html   ho  inserito questo  mio commento:
 
 Scrive Jung:
 
 
 domande alle quali non si era ancora trovata una risposta, o anche che dovevo risolvere o semplicemente approfondire dei problemi che le epoche anteriori lasciarono in sospeso.” 
 
  Le epoche anteriori – e anche le attuali -   hanno spesso  lasciato in sospeso    le ricerche sulle vere cause  della maggior parte delle malattie,  ivi comprese epidemie-pandemie. Si pensi ai   50 milioni di morti  per la cosiddetta influenza  “spagnola”  e all’attuale problema  dei vaccini.
 
Non sempre  la sofferenza  porta alla consapevolezza del proprio Sè superiore.  Quasi sempre  è  l’Amore.
 
E’ per amore verso i propri figli  che molti genitori  si sono posti quest’anno, e forse molti di loro  per la prima volta, parecchie domande sul ruolo dei microbi in Natura   - scoprendo  nuove verità del  mondo interiore- esteriore, come ad esempio il   rapporto spesso  esistente  tra scienza e finanza -   
  
Gibran,  nel suo libro il Profeta,  scrisse  relativamente a colpa e castigo:
 
E come la singola foglia non ingiallisce senza che ne abbia muta conoscenza l’intero albero  -  Così colui che erra non può far torto senza una segreta volontà di voi tutti – Come in processione procedete tutti verso il vostro io divino – Voi siete la via e i viandanti – E quando uno di voi cade, cade per quelli che lo seguono, quasi un avvertimento  contro l’inciampo.
Sì, e cade per quelli che lo precedono, i quali benché fossero di passo più celere e sicuro, non rimossero tuttavia l’intralcio.”
 
di  Paola   Botta  Beltramo

Kahlil Gibran - Sul dolore

MA CHE SIGNIFICA NEOLIBERISMO?

Farmacie notturne, la tariffa raddoppia: da 3,8 a 7,5 euro. E salgono i prezzi dei prodotti galenici

USCIRE DALL' EURO , UNICA OPZIONE PER SALVARE L'ITALIA

USCIRE DALL' EURO , UNICA OPZIONE PER SALVARE L'ITALIA

"Federico Bellini intervista Salvador Freixedo"

STRANA-MENTE Giorgio Vitali: smascheriamo le menzogne

COMIZIO A ROMA ALL'INCONTRO CON I FORCONI E IL PAS DEL 10 DICEMBRE 2017

giovedì 7 dicembre 2017

Culle vuote, idioti contenti

Sulla crisi demografica

Moneta Positiva e la sovranità monetaria 27/11/2017 (fate girare a manettaaaaaaaaaaaaaa)



Moneta Positiva e la sovranità monetaria 27/11/2017

Angelo Vitale per Grigori Grabovoi - Sequenze Numeriche per l'Armonizzaz...

07/05/2017 Live Radio Eterne Verità Channel "Il Cristianesimo. Un'invenz...

Diego Fusaro: La società senza Padre. Il capitale contro padre, patria e Padre Eterno

Diego Fusaro: La società senza Padre. Il capitale contro padre, patria e Padre Eterno

GRIGORIJ GRABOVOIJ - BERNARDINO DEL BOCA



L’antropologo-teosofo  prof.  Bernardino del Boca scrisse  a pag. 300 del suo libro “La casa nel tramonto” ed.  1980:
 
“Milano, 8 giugno 1978:  stanotte mi sono trovato davanti all’Hotel Kazakhstan di Alma-Ata, la capitale della  Repubblica Sociale Sovietica del Kazakhstan. Un enorme albergo a grattacielo che domina la città e le colline. Vicino a me c’era un giovane sconosciuto. Non era né un  russo né un asiatico. Mi indicava il cielo dove, diceva, doveva apparire un UFO. I suoi occhi chiari brillavano volti al cielo che scuriva velocemente e stava riempendosi di stelle. E’ il giovane che potrebbe continuare la mia ricerca, il mio lavoro per il nuovo piano di coscienza.”
 
E’   Grigorij  Grabovoij il continuatore delle ricerche di Bernardino  del Boca ?
 
Grabovoij nasce nel 1963 e perciò  nel 1978  aveva 15 anni; è nato e vissuto da giovane in Kazakhstan, nazione che non è né russa né asiatica;  le sue particolari doti telepatico-chiaroveggenti-spirituali sono spesso considerate derivanti da intelligenza extraterrestre e  i suoi occhi di colore marrone sono  chiaro-veggenti.
Bernardino  del Boca ha anch’egli manifestato fin da bambino doti di telepatia-chiaroveggenza-spiritualità;  si è interessato  a intelligenze  da lui definite  “Delle Strade Alte”  che  ha  chiamato Zoit, ovvero   un nome che ricorda un  particolare suono quihttp://www.teosofia-bernardino-del-boca.it/categorie/la-vita-e-universo/;  ha scoperto  ed evidenziato  vari  errori scientifici (scienze mediche, genetiche, finanziarie  ecc.) proponendo  possibili soluzioni,    - quali, ad esempio,  nel campo medico  l’ascolto  del vissuto  delle persone  ecc. -     e ha più volte ricordato  la necessità di  unire ricerche spirituali e scientifiche.
 
Scrisse infatti B. del Boca nel suo libro “La  Dimensione Umana” ed. 1971:  “ Finché non sarà fatta una sintesi tra i vari rami della scienza, e non si sarà sottoposta questa sintesi alla luce della spiritualità, il fenomeno umano non potrà essere compreso nella sua finalità e nemmeno nella sua espressione individuale” http://www.teosofia-bernardino-del-boca.it/
 
Grabovoij considera  il  fisico  ed esperto di cabala  Gian Piero Abbate, con il quale ha  tenuto  recentemente un webinar  http://www.artinmovimento.com/grigori-grabovoi-e-il-dott-abbate-domani-una-videoconferenza-alle-13-45/ ,  la persona che meglio può rappresentarlo.
Il  dott. Abbate  http://www.dottabbate.it/,  in un altro suo webinar ha affermato che  considera   Masaru Emoto,  per aver dimostrato  l’influenza del pensiero sull’acqua, e  il medico R.G. Hamer, per le sue scoperte  sugli  effetti  degli shock emozionali,    due “apripista”  utili alle ricerche   sulle  relazioni esistenti  tra spirito-psiche-corpo-materia.
Nel corso della conferenza del dr. Stefano Candela su Grabovoij  il dr. Abbate – a 32’ ca – ha affermato  che che la scienza ha scoperto che sta cambiando la struttura della materia, fatto mai accaduto  prima d’ora – qui https://www.youtube.com/watch?v=zy3GBrhoPks
 
 
  
Arkadij Petrov, autore di best-seller di fama mondiale, scrive a pag. 222 del suo libro “Salva te stesso”: “ dato che Grigorij  Petrovic Grabovoij ha svolto un ruolo determinante nella mia vita devo presentarlo in modo adeguato.  Lo faranno meglio di tutto degli estratti dal libro di Vladimir Sudakov “Il fenomeno del millennio Grigorij Grabovoij ”, pubblicato nel 1999 “:  
 
“... quando  era un bimbetto  non sapeva ancora parlare ma capiva di che cosa parlavano gli adulti (ancora oggi comprende gli stranieri grazie alla telepatia). Da quando aveva cinque anni vede il futuro. ...all’epoca naturalmente lui non attribuiva alcuna importanza al suo dono, supponeva che fosse indispensabile per vivere e lo avessero tutti... sin dall’infanzia Grabovoij  comprendeva le intenzioni degli animali e poteva controllarli con la sua influenza telepatica.... negli ultimi anni  Grigorij parla sempre più spesso di come salvare dalle catastrofi non singole persone ma il mondo intero....   stupiti, i dirigenti dell’aviazione, si chiedevano    come facesse una persona così giovane, senza particolare conoscenza dell’ingegneria aerea a vedere a distanza l’interno di un aereo e per di più ad individuare la fonte dei problemi: il computer, il carrello, un trasformatore, un tubo del carburante. Per di più quel giovanotto in apparenza ancora molto inesperto individuava i malfunzionamenti senza uscire dal suo studio, gli era sufficiente conoscere il numero dell’aereo.
 
Scrive Petrov a pag. 234: “Quello che fa G.P. Grabovoij è del tutto coerente con le tesi e i dati scientifici già numerosi, ma in più si può dire che in precedenza non si erano mai riscontrate in una sola persona una simile potenza psichica e tali facoltà extrasensoriali. Ma il fenomeno dell’accademico Grabovoij non si conforma al letto di Procuste della scienza ortodossa. Infatti oltre ad affermare che nell’Universo esistono diverse realtà, tra cui alcune spirituali, non manifeste, Grabovoij ha dimostrato in modo del tutto  convincente come influiscono sulla nostra vita. La materializzazione e la dematerializzazione degli oggetti, la telepatia, la guarigione di malati senza speranza, tra cui persone con il cancro o l’AIDS, e per finire la resurrezione dei morti, avvenuta in presenza di esperti, la rigenerazione di  organi mancanti, non sono illazioni di persone con troppa immaginazione, ma il lavoro quotidiano di un uomo straordinario che non ha cercato di apparire sugli schermi televisivi e non si è adoperato per procurarsi una fama  insalubre. Grabovoij ha semplicemente  creato una Nuova Relatà nell’ambito della conoscenza, una realtà in cui scienza e religione non confliggono nello sforzo insensato di monopolizzare la verità, ma si coalizzano per raggiungerla.”
 
e  a  pag. 363 : “ A suo tempo fu proprio Engels ad affermare che a ogni importante scoperta scientifica la filosofia dev’essere rivista. Oggi noi dobbiamo riflettere su moltissime scoperte e costruire una nuova “dialettica della natura”.
Il dilemma fondamentale della filosofia, se venga prima la materia o l’idea, è caduto da solo. Ci sarà qualcosa al suo posto? Ed è proprio necessario che ci sia? Inoltre: che cos’è la vita? E’ soltanto “un modo di esistere di corpi costituiti da proteine” o possiede altre forme?
Per esempio, quando si dice che una certa idea è sopravvissuta al suo tempo, a che cosa ci troviamo di fronte, a una metafora banale o a un’ulteriore testimonianza dell’eterna lotta tra la vita e la morte? E così via.
Negli ultimi secoli la scienza ha liquidato in modo troppo categorico “gli spettrali ambiti ultraterreni”, Il perchè è comprensibile: le questioni di luce e tenebre, bene e male, Dio e diavolo, sono monopolizzate dalle religioni del mondo, le cui gerarchie hanno perseguitato con accanimento chiunque osasse intraprendere ricerche indipendenti su problemi spirituali per affermare qualcosa d’innovativo in questo campo.  Per questo motivo “i dissidenti” che cercavano conoscenze non ortodosse preferivano il segreto, codificavano i loro testi con metafore che nemmeno Dante sarebbe stato capace di decifrare.
Le opere degli alchimisti, degli astrologi, dei rosacrociani e di altri massoni sono molto curiose dal punto di vista storico, ma estrapolare da esse quel granello di verità che darebbe un aiuto fondamentale alle persone nelle loro disgrazie, e non parliamo di consolazione, è lo stesso che cercare una perla nell’oceano. Lo impediscono la segretezza, l’ermeticità, l’oscurità intenzionali di queste correnti, di queste scuole e di queste discipline. Forse qualcuna di queste opere a un qualche livello contiene il segreto dell’Essere. Al momento è presto per parlarne, o forse è già tardi, poichè sta sorgendo una nuova conoscenza.
Una cosa è chiara: nella conoscenza dell’uomo, della natura, del passato e del futuro gli esoterismi a noi noti non sono usciti dall’ambito delle concezioni della scienza a loro contemporanea. Non ci addentreremo nelle tenebre della storia.
Prendiamo un esempio della fine del XIX secolo, la teosofia, che sosteneva di offrire una conoscenza di Dio onnicomprensiva, un’elaborazione della concezione universale per collegare la scienza alla religione. Vantava nomi che risuonano in tutto il mondo, Blavatsky, Steiner, Krishnamurti, e una scelta di discipline da cui avrebbero preso il meglio, induismo, brahmanismo, buddismo... , tramite il meccanismo della chiaroveggenza non è difficile verificare quante cose i teosofi abbiano compreso e intuito nel modo giusto, ma purtroppo la coscienza comune non è preparata a recepire la conoscenza da loro conseguita .... La verità è nota già da tempo, non occorre cercarla, ma bisogna vivere secondo verità”
     
H.P.Blavatsky , sopracitata, co-fondatrice della Società Teosofica scrisse infatti  nel suo libro “Iside Svelata” del 1875 :  “ Scienza e Religione unite sono infallibili poiché l’intuizione spirituale supera le limitazioni dei sensi fisici. Separate, la scienza esatta respinge l’aiuto della voce interiore, mentre la religione diviene una teologia meramente dogmatica. In definitiva ognuna, lasciata a sé, non è che un cadavere senz’anima
              Paola Botta Beltramo

INTERVENTO STEFANO CANDELA

"GERUSALEMME CAPITALE "

Fisco spierà tablet e smartphone: nuova stretta anti evasione

Fisco spierà tablet e smartphone: nuova stretta anti evasione

IL SISTEMA BANCARIO, UN TRAVE NELLA COSTRUZIONE DEL FUTURO FME (Intervento convegno URFI)

IL SISTEMA BANCARIO, UN TRAVE NELLA COSTRUZIONE DEL FUTURO FME (Intervento convegno URFI)

Marcello Foa – La Manipolazione dell’Informazione Sanitaria

no ma dai!

Di Maio: “C’è una guerra sociale in corso, solo l’Europa può salvarci”

IL VIAGGIO ESOTERICO

Un colpo di vento mi porta ai 5337 Km. percorsi attraverso la penisola balcanica, come un filo elettrico, attraverso un luminoso caleidoscopio di paesaggi, tradizioni e contraddizioni senza fine… l’estate scorsa, al puntuale presentarsi del periodo delle ferie. Una risalita, a partire da quei lidi della Grecia, attraversati dalle sorgenti dell’Acheronte e da quell’isola infilata in un oceano di perlacea bellezza, dedicata alla ninfa Leucade, che è via via andata arricchendosi di colori, sensazioni e sorprese inaspettate, a partire dalla costa epirotica di quella terra d’Albania che, accanto all’ipertrofica confusione di uno sviluppo urbano spesso incontrollato, spesso nasconde squarci di inaudita bellezza. Coste contornate da mari perlacei ed improvvise risalite su passi di montagna ad altitudini alpine, da cui ammirare un panorama mozzafiato di isole e costiere. Città turche, come Berat, adagiate sui costoni di due montagne, da cui partire per visitare la versione illirica del monte Olimpo, attraverso un panorama riarso dal sole, sino a giungere alla fine della strada, alla presenza dell’immensità di un canyon, di una fenditura della crosta terrestre, probabilmente seconda solo a quella strapubblicizzata in Colorado, Usa. Oppure dopo una sfibrante gita da Saranda sulla costa meridionale, alla città storica di Argirocastro/Gjrokaster, tra monti impervi, solcati da stradacce e tornanti senza fine, fermarsi nella fresca radura delle sorgenti dell’Occhio Blu, infilate nel cuore delle montagne di un parco nazionale, e gettarsi tra i dieci gradi di gelide acque sorgive, quasi a voler rinnovare istintivamente il rito senza tempo di una “lustratio” a cui tutti i pellegrini ed i viaggiatori dovrebbero sottoporsi al termine di un percorso che non solo fisico è, ma anche, e specialmente ideale, connettendo l’anima a quell’ “idèin/vedere” che, di essa è il momento principiale…oppure dopo aver visitato i resti della ellenistica Butrint/Butrothos, andarsi a gettare nelle acque di una qualsivoglia assolata e semideserta spiaggia ionia. O visitare la greco-romana Apollonia e recarsi alla scoperta dei semideserti litorali a nord della confusionaria Valona. Parlare con la direttrice del rinnovato museo archeologico di Durres per poi scoprire che, la costa epirotica tutta, fu colonizzata da greci provenienti da Kerkyra/Corfù, isola cara agli Dei e, pertanto, tutta fu dedicata a Diana/Artemide, Dea della caccia e della natura ferina, lì a testimoniare che, a dispetto del brullo aspetto odierno, una volta le terre d’Albania erano ricoperte tutte da verdi foreste di querce, cipressi, faggi e pini, rifugio di fiere ma anche di ninfe e driadi…Percorrere impossibili strade deserte attorno a laghi di montagna, lontani da tutto, eppure a due passi da città confuse come Scutari, le cui vestigia venete fanno bella mostra di sé nel centro città, accanto a moschee ed edifici cadenti. Scoprire la presenza veneta nelle città montenegrine di Cotor/Cattaro ed Herceg Novi, magari incastonata tra moschee e bastioni, come in Bar. Percorrere laghi oceanici, come quello di Scutari, aridi ed immoti, immersi in foschie senza tempo e d’improvviso ritrovarsi davanti agli occhi scorci di paludi e foreste senza fine…Allontanarsi dalla confusione delle città costiere, per respirare la quiete mistica in monasteri come quello di Ostrog, incastonato tra le rocce, a precipizio di una ripida montagna…E poi tuffarsi nel verde della costiera dalmata, tra penisole ricoperte di pini e cipressi, contornate da isole senza fine, qua e là puntellate di chiesette e minuscoli borghi dalla caratteristica matrice architettonica veneta e da cui, ogni tanto, sbucano resti e vestigia romane. E poi quella disarmante gentilezza, quel senso dell’ospitalità, tutte balcaniche che, in Albania, proprio non ti saresti aspettato, ma che, senza eccezioni, accomunano tutte le lande da me percorse, Grecia, Albania, Montenegro e la Croazia stessa…Ospitalità, cortesia, sorrisi, ma tante, troppe, significative contraddizioni che stonano significativamente. Arrivi nella povera Albania, tra strade scassate o altre in costruzione, edifici fatiscenti, redditi minimi da 250 euro al mese in su…ma un parco macchine da far paura anche ai nostrani italioti, tanto amanti delle quattro ruote. Miseria e povertà a profusione, ma tanti abiti firmati, griffe e tanti bei cellulari di ultima generazione….discoteche sul mare, con la musica sparata a tutta birra, neanche fossimo a Ibiza. Tra una tappa e l’altra, qualcuno sommessamente mi racconta di strutture sanitarie assolutamente insufficienti e mal funzionanti e di una endemica corruzione che, pare, stia rallentando la costruzione di strade e compagnia bella…Stessa solfa in Montenegro: anche se, rispetto all’Albania, ti sembra di stare in Svizzera, quanto a servizi, qualità dei cibi nei supermercati, etc., di strade kaputt e storie del genere se ne sentono a bizzeffe. Concludo il mio percorso in Croazia, prima a Ragusa/Dubrovnik e poi, infine, a Spalato, gironzolando per il Palazzo di Diocleziano. Mi ero precedentemente recato, alcuni anni fa, in queste città, e ben ricordavo le folle di turisti, ma quanto ho adesso veduto, ha stavolta superato ogni limite. Orde di giovinastri yankee vocianti e cafoni, hanno invaso la bella città; uno stuolo di ciccione sguaiate ed ubriache, coppiette di maschietti barbuti mano nella mano…arroganza, invadenza, totale mancanza di rispetto per la meravigliosa storia di Spalato. Il tutto con il condimento finale della squallida esibizione musicale di un guitto che, nello spiazzale antistante al Tempio di Giove ed alla Ecclesia Maior (edificata su un altro tempio pagano, sic!), con tanto di chitarra elettrica, intona un nauseabondo “Hey Jew” , ad memoriam dei Beatles, che li’, in quel contesto, proprio non “c’azzecca” nulla. La melodia (si fa per dire) del guitto è accompagnata da uno sguaiato coretto di turisti e turiste yankee, sbragati alla ben’e meglio tra le vetuste rovine di Spalato. Disgustato da quello spettacolo, mi allontano tra i vicoli della città, in cerca di un po’ di silenzio e nel mentre vengo colto da una visione che, di quell’intero scenario, rappresenta la classica ciliegia sulla torta. Mentre cammino assorto nei miei pensieri tra quegli stretti vicoli, il mio occhio cade in un negozio di non so cosa; spalle al muro, assise allo stesso tavolo, due splendidi esemplari di giovani femmine croate. L’etera bellezza di volti freschi dalla pelle tirata, condita da un’espressione immota, catatonica, rivolta verso il nulla…quel nulla che oggi si chiama cellulare, smartphone…Come per un perverso sortilegio le due giovanette stanno lì a contemplare il nulla in tutta la sua magnitudo…per loro il mondo, la gente, in ragazzi, i sorrisi, gli ammiccamenti, la voglia di uscire, conoscere, curiosare, amare, il mondo, non esistono più…per loro è tutto un “emoticon”, dietro a cui sta solo un arido ed inanimato groviglio di fili e relais. Improvvisamente colto da un senso di fastidio e rabbia, torno a ripercorrere con la memoria, alcuni momenti della mia vita. E come per incanto, mi ritrovo proiettato in una via di Roma negli anni ’70, tra l’aspro fumo dei lacrimogeni e la voce roca a forza di urlare slogan, ma felice ed esaltato dagli scontri e dai cazzotti dati e presi con i compagni…mi ritrovo ancora una volta, zaino in spalla a viaggiare giovane ventenne con il treno attraverso quell’Europa, piena di splendide e sorridenti fanciulle straniere desiderose di fare quattro chiacchiere con un giovane di altre contrade…o a conversare tra sacchi di sabbia e strade deserte, al suono di colpi di cannone, con i giovani croati della “Garda” e della “Hos”, durante la terribile guerra balcanica dei primi anni ’90. Tutto crudamente e magnificamente vero, reale, animato dalla voglia di vivere, amare, morire che tutti quegli anni mi hanno sbattuto dinnanzi agli occhi, come in un film vissuto in prima persona. Mi risveglio, giro i tacchi e, mentre lascio le mie catatoniche marionette a svuotarsi le sinapsi in aridi giochi virtuali, mi dirigo verso il Tempio di Giove, di cui, sino a quel momento non ero riuscito a ritrovare, dopo anni, l’ubicazione. Il Tempio è piccolo e ben curato; a guardia del suo ingresso un omino a chiedere un balzello d’ingresso. Quale giornalista potrei entrar gratis ma, preferisco versare volontariamente quel “piaculum” quale dedica a Jupiter/Giove/Zeus/Nous, una volta Mente di quel Tutto, ora svuotato di qualsiasi contenuto, che non siano boutiques e cellulari…l’ambiente piccolo, sormontato da una statua assolutamente non pertinente e, addirittura, riempito di blocchi di muro pieni di glifi di età medioevale cristiana… mi allontano silenziosamente passando come un fantasma , indifferente a quel “bailamme” con il quale, mi rendo conto, sento di non aver nulla a che spartire. Ma non è solamente in Croazia, nella splendida Spalato, che ho avvertito questa sensazione. Dovunque io mi sia, in questi ultimi anni, recato, sia in moto che in aereo, sia in Europa che fuori di essa, via via in me è andata rafforzandosi la percezione di una barriera di incomunicabilità con il mondo esterno…oggidì rappresentato da quel mondo occidentale che, gettatosi anima e corpo tra le braccia di un alienante modello Tecno Economico, ha invece causato la propria desertificazione spirituale, avendo scelto di far gestire a quest’ultimo le proprie spinte vitali, sino ad arrivare al capolinea di un’assurda auto castrazione. E così il mio peregrinare attraverso terre e continenti, si fa metafora di un percorso attraverso tutti i fallimenti d’Occidente. Dalla ingloriosa fine delle dittature pauperiste che, in barba a tutti i bei propositi, hanno spalancato la strada a famelici e smodati modelli liberisti, anch’essi alienanti e fallimentari quanto queste prime, sino ad arrivare al cuore di un modello di sviluppo che, grazie al suo totale asservimento alla Tecno Economia, ha fatto dell’incomunicabilità tra gli individui, il proprio vessillo. E così mi rendo conto che i miei sono stati pellegrinaggi effettuati nel caos silente di un mondo che, sempre più, vive di apparenza e di poca, o nulla, sostanza. Ed è allora che, come in preda ad un repentino “satori”, sale nell’animo mio di giramondo la necessità di trovare delle risposte che sappiano essere oltre e dentro la stessa sostanza delle cose che ho davanti agli occhi. Il mondo mi si presenta allora innanzi, come un gigantesco caleidoscopio, una molteplicità di forme che fanno capo ad un’unica misteriosa realtà. Ed allora, oltre alla condizione della contemporanea, umana alienazione, mi ritrovo davanti agli occhi, in tutto il loro splendore, quei mari, quelle montagne, quelle foreste, quei deserti, ma anche quei magici “rassemblements” architettonici, che ho percorso in sacra solitudine. E capisco come le antiche semplificazioni, tutti quei modelli di intransigente monoteismo mentale, non siano più sufficienti a dare una spiegazione ed un senso alle cose. E sempre più avverto la presenza di una percezione “altra” da quella solita che, da sempre, costituisce sfida e tentazione per le menti che ne sappiano cogliere le suggestioni. Essa è fatta di simboli e simulacri oggi, all’apparenza, polverosi ma che, a guardar meglio, risvegliano in noi antiche e mai sopite suggestioni. Ci parlano di Astri, di insensate forme e simboli geometrici, ci riportano a Dei e Dee, ma anche alla possibilità attraverso essi, di penetrare l’anima, seppur senza estraniarsene, di quel mondo, di quella caotica e multicolore confusione, di cui costituiscono il senso ultimo. Meditando, appuntando le proprie energie mentali sopra uno di essi, scopri che possono essere il varco verso il controllo di uno o più aspetti di quella realtà che ci avviluppa come un misterioso Velo di Maya, ma che, d’improvviso sembra volerci disvelare e suggerire una soluzione all’apparenza semplice ma, per noi mortali, sempre sfuggente: quella del giuoco d’ombre dell’immanenza della trascendenza e della trascendenza dell’immanenza. E questa realtà finisce con il riportarmi a quel mondo che, con i suoi infiniti aspetti ne è la principale espressione. Il viaggio finisce così, con il farsi forma di autoiniziazione, di lucida apertura verso quella duplice dimensione della realtà, verso la quale, ogni qualvolta ne veniamo a contatto, non possiamo non provare “thàuma”/sbigottimento. Un’improvvisa folata di vento mi risveglia dai miei pensieri e mi riporta, a cavalcioni della mia moto, in un rigido pomeriggio d’autunno tra i monti dell’alto Lazio, tra foreste il cui rosso fogliame, mi fa venire alla mente l’arzigogolato manto di Diana, Dea delle foreste…proseguo lungo la strada del ritorno, mentre il carro solare di Helios va a tuffarsi per il tramonto in un mare di nubi, creando uno splendido effetto scenico multicolore. E’ l’ultimo saluto di quegli Dei che, oggidì, solo attraverso l’immersione nella “natura naturans”, si possono ancora incontrare….
 
                                               UMBERTO BIANCHI